Formazione giovanile


In risposta alle sollecitazioni della Chiesa, la Famiglia religiosa a partire dagli anni ‘70 si è dedicata con molto entusiasmo ed impegno alla pastorale giovanile allo scopo di accostare i giovani ai valori evangelici mediante catechesi, esperienze di volontariato e solidarietà, giornate o tempi prolungati di riflessione, fraternità e dialogo con i coetanei e opportunità di confronto con adulti umanamente e spiritualmente formati.

Presso le Comunità religiose si formarono gradualmente piccoli gruppi di ragazzi, di adolescenti e di giovani, questi ultimi denominati GIR (Giovani in Ricerca), in prevalenza provenienti dalle scuole elementari, medie e superiori dell’Istituto.


I gruppi, coordinati da una equipe, hanno approfondito, nel corso degli anni, il messaggio di Gesù, gli insegnamenti della Chiesa, l’esperienza di Francesco e di Chiara d’Assisi e tante altre tematiche ecclesiali e francescane. In particolare la spiritualità e la scelta caritativa dei Fondatori, oggi Servi di Dio, sono state oggetto di speciale attenzione ed interesse e sono state celebrate e fatte conoscere ad un vasto pubblico, non solo giovanile, attraverso Rappresentazioni teatrali e Recital, scritti e realizzati dagli stessi giovani.

Molto apprezzato il lavoro teatrale realizzato dal Gruppo GIR di S. Giuseppe Vesuviano, guidato da sr. Enzina Criscillo e sr. Leonia Buono nel 1985, in occasione del Centenario della nascita del Fondatore padre Sosio Del Prete.


Altrettanto apprezzato il Recital realizzato nel 2009, nel corso delle celebrazioni del Centenario della nascita della Fondatrice suor Antonietta Giugliano, dal Gruppo Giuseppe, guidato da suor Nunzia Di Guida, e costituito da giovani e adulti che avevano vissuto il percorso delle “Dieci Parole”.


Anche nelle Case dell’Istituto all’Estero, come a Cebu-Filippine e a Maumere-Indonesia, le Giovani in formazione hanno drammatizzato con sensibilità ed intensità, attraverso le espressioni culturali tipiche del luogo, il vangelo della carità incarnato dai Servi di Dio. Molti sono i Sacerdoti che negli anni, occasionalmente, hanno collaborato a quest’opera educativa e formativa, donando con generosità la propria carica di umanità, spiritualità e competenza.

Un posto speciale ed esclusivo lo occupa don Giuseppe Gambardella, all’epoca Direttore del Seminario vescovile di Nola e successivamente Preside del Liceo vescovile. Egli per molti anni ha presieduto l’equipe di coordinamento dei gruppi, ha condotto gli incontri e ispirato le iniziative e le varie attività proposte. La sua presenza ed esperienza è risultata oltremodo formativa per le Religiose, prima ancora che per le adolescenti e le giovani. Con lui sono state esperienze particolarmente significative.